fbpx

Coppa Italia 4° turno: avanzano alla quinta fase UnipolSai, Spirulina Becagli, Big Mat Grosseto e Hotsand Macerata

Fibs. Il quarto turno di Coppa Italia vede il netto trionfo di UnipolSai e Spirulina Becagli Grosseto nelle serie contro Campidonico Torino e Hort@ Godo. Bolognesi e maremmani che staccano quindi il pass per la fase successiva di coppa insieme alle vincitrici dei concentramenti A e B Big Mat Grosseto e Hotsand Macerata: battute rispettivamente in finale Farma Crocetta e New Black Panthers Ronchi dei Legionari.

 

Nel weekend di Coppa Italia è andato in scena il quarto turno del torneo, con le due serie alla meglio delle tre partite che hanno visto come protagoniste le grandi escluse dalla corsa scudetto UnipolSai Bologna e Spirulina Becagli Grosseto, che se la sono dovuta vedere contro Campidonico Torino e Hort@ Godo. Nessun problema per le formazioni di Frignani e Jairo Ramos, che regolano gli avversari 2-0 e passano alla quinta fase della Coppa. Contemporaneamente, sui diamanti di Modena, Verona e San Martino Buon Albergo hanno preso il via i concentramenti a quattro squadre, da cui sono uscite vittoriose Big Mat Grosseto e Hotsand Macerata.

 

L’UnipolSai Bologna, grazie alla doppietta inflitta alla Campidonico Torino, si lascia alle spalle la bruciante eliminazione dalle semifinali scudetto e accede di diritto alla quinta fase della Coppa Italia. Due vittorie consecutive (9-2 e 4-2) da parte degli uomini di Frignani sul diamante del Gianni Falchi, che regolano rapidamente la formazione piemontese e proseguono nella caccia alla coccarda tricolore che consente le qualificazioni alla prossima Coppa Campioni. In gara-1 è sufficiente un attacco da 8 punti alla seconda ripresa per mettere in discesa l’incontro in favore dei bolognesi, anche se è Torino ad aprire le marcature nella parte alta dell’inning con il punto dell’1-0 arrivato grazie alle tre valide consecutive di Peloro, De Maria e Marziale. Ma la reazione dei padroni di casa è immediata e veemente, con 8 segnature che portano alla sostituzione prematura del pitcher partente Gonzalez con Sigismondi e chiudono anche se solo virtualmente la partita. Sugli scudi l’apporto offensivo di praticamente tutto il line-up, con 8 battute valide ad opera di Martini, Agretti (doppio), Dobboletta, Liberatore, Lampe, Josephina (doppio) e Gonzalez. In un match ormai orientato sul versante fortitudino, il monte di casa occupato da Crepaldi prosegue nel suo ottimo lavoro tenendo a bada le mazze avversarie per tutti gli inning centrali della partita fino al sesto, quando il singolo di Catalano e il doppio di De Maria portano il parziale sull’8-2. Al settimo Bologna torna a segnare sul neo entrato rilievo Meschini con la valida di Lampe che porta a casa-base Grimaudo, mentre nei tre inning successivi termina la partita di Crepaldi (vincente con 6.0 ip e 1 er), sostituito da un Andretta che conduce in porto gara-1 conquistando senza problemi la salvezza.

 

Il secondo incontro di giornata non cambia la musica, che continua a suonare lo spartito della UnipolSai, anche se la Campidonico sfodera un’ottima prestazione che mette in seria difficoltà i bolognesi. La vittoria va ancora alla formazione di casa, questa volta sul punteggio di 4-2, con Torino che passa ancora in vantaggio ad inizio secondo inning grazie a Peloro, mentre l’attacco bolognese fatica ad ingranare sui lanci del partente ospite Rodgriguez. Il sorpasso arriva alla quarta ripresa, su iniziativa offensiva di Josephina che inaugura con un doppio, spinto poi a casa base dal singolo di Agretti. Il doppio di Bertossi consente poi di far entrare il punto del 2-1, con Bologna che si trova a condurre a metà incontro. Per tutto il resto della partita Torino non riesce ad incocciare più la pallina lanciata egregiamente dal lanciatore Scafidi (per lui 7.0 ip, 1 er, 7 so), mentre la Effe allunga a fine ottavo con 2 punti firmati da Grimaudo, Dobboletta e Liberatore. All’ultimo respiro c’è tempo di una segnatura ospite sul closer bolognese Bassani che accorcia così sul 4-2, ma insufficiente a rimettere in carreggiata la serie, conquistata dalla formazione di Frignani, che accede così alla quinta fase di Coppa del prossimo weekend.

Anche la serie tra Spirulina Becagli Grosseto e Hort@ Godo termina con una doppietta nelle prime due partite giocate, con i maremmani che raggiungono la UnipolSai alla fase successiva. Due vittorie difficili da parte degli uomini di Jairo Ramos, che allo Jannella si impongono prima 6-5 e poi 5-1.

 

Gara-1 è al cardiopalma, con continui sorpassi tra le due squadre che aprono le danze alla terza ripresa, quando con un punto a testa mantengono il risultato in parità, ma è al quarto che Godo passa in vantaggio con un prepotente attacco da 3 punti, in cui spiccano le valide di Galli, Meriggi, Tanesini e Vallejo. Grosseto, stordito da colpo subito, ci mette una ripresa a trovare la quadra sui lanci di Galeotti, ma alla quinta ripresa basta un potentissimo swing di Ambrosino a raggiungere la parità, con un homer che porta a casa-base ben 3 punti. Neanche il tempo di festeggiare però che Godo torna a comandare 5-4 con il punto segnato al sesto inning sul rilievo toscano Bulfone, mentre il definitivo sorpasso dei casalinghi arriva all’ottavo, quando alcune imprecisioni del monte romagnolo e buone battute messe a segno dagli uomini chiave del line-up fanno entrare 2 punti a casa-base, con il punteggio che si porta così sul 6-5 per Grosseto. Il resto lo fa il closer Oberto, che conquista la vittoria e chiude la partita scongiurando ogni tentativo ospite di cambiare nuovamente le sorti dell’incontro.

 

Il bis della Spirulina arriva direttamente in gara-2, con la vittoria 5-1 che qualifica Sgnaolin e compagni alla quinta fase di Coppa Italia. Prestazioni maiuscole dei lanciatori maremmani Gonzalez e Noguera, capaci di subire un solo punto in 9 riprese mettendo a segno insieme ben 10 strikeout. Grosseto che si porta subito avanti al secondo inning con 2 punti prodotti dalle battute di Biscontri, Ferretti e Vaglio, mentre Godo reagisce all’attacco successivo con il punto del 2-1 firmato da Vallejo ed Evangelista, l’unico realizzato dai godesi in tutto l’incontro. Tra quinto e sesto ecco altri 3 punti del line-up maremmano con artefici Chelli, Barcelan e Biscontri, che portano il parziale sul 5-1 e che forzano Godo al cambio sul monte: scende Garcia Del Toro ed entra Canellini. La partita prosegue poi lasciano invariato punteggio e consegnando la vittoria alla formazione allenata da Jairo Ramos.

 

Nei due concentramenti di ModenaVerona e San Martino Buon Albergo invece, sono Big Mat Grosseto e Hotsand Macerata a guadagnare il pass per la prossima fase di Coppa Italia. Dopo aver superato la fase preliminare, i toscani e i marchigiani avanzano ulteriormente nel torneo, vincendo di quadrangolari A e B in finale rispettivamente contro Farma Crocetta e New Black Panthers Ronchi.

 

Crocetta che accede alla finale di concentramento sconfiggendo 8-2 Cagliari sabato pomeriggio sul diamante del Torri. La formazione parmigiana, dopo essere passata in svantaggio 2-0 nella prima parte del match a causa delle valide avversarie di Angioi, Perez, Turino e Rodriguez sfodera una reazione da manuale che le consente di realizzare ben 8 punti al sesto e settimo attacco: mattatori Delmonte e Scala, con numerose imprecisioni del diamante isolano. Sul punteggio di 8-2 si chiude dunque la partita, vinta da un ottimo tandem sul monte di lancio composto da Zanchi e Bigliardi.

 

Nell’altra semifinale di concentramento a spuntarla è la Big Mat Grosseto, che batte i padroni di casa del Comcor Champion Modena per 8-3 grazie ad un quinto attacco da 4 punti che indirizza l’incontro in loro favore. Ospiti che passano in vantaggio già al terzo inning e allungano sul 2-0 al quarto, con i singoli di Piccini e Cappuccini, per poi vedere Modena accorciare con una segnatura ad opera del fuoricampo di Russo. Al quinto ecco però ben 4 punti sul tabellone per Grosseto con Leonora e il doppio di Pasquini a far calare anzitempo il sipario sull’incontro. Nonostante altri 2 punti firmati dai canarini nei successivi attacchi, la Big Mat amministra il vantaggio, per poi allungare definitivamente al nono attacco con 2 marcature e chiudere la semifinale sull’8-3.

 

La finale di domenica ha visto vincere nuovamente i grossetani, questa volta su Crocetta, con il punteggio di 3-0, guadagnando così il biglietto per le fasi successive. Strepitosa la prestazione di Flores sul monte di lancio della Big Mat, che chiude con una one-hit-complete game impreziosita dal dato impressionante di 16 strikeout. Poco da fare per il line-up parmigiano contro i lanci del partente grossetano, pienamente in controllo della partita dall’inizio alla fine, mentre in fase offensiva i suoi compagni passano in vantaggio subito al primo inning approfittando di un errore difensivo degli avversari. Al quarto e quinto inning ecco arrivare altri 2 punti da parte di Pasquini, Piccini e Leonora, che portano così il risultato sul definitivo 3-0, punteggio che si protrarrà fino alla fine consegnando ai toscani la vittoria e il biglietto per la fase successiva di Coppa Italia.

 

Vincitrice del concentramento B è invece Hotsand Macerata, trionfante in finale contro New Black Panthers Ronchi dei Legionari.

 

I friulani arrivano in finale battendo 10-5 la Itas Mutua Rovigo, in una partita scoppiettante andata in scena sul diamante di San Martino Buon Albergo, con Ronchi che comanda l’incontro segnando subito 3 punti con il doppio di Cechet e sfruttando le imprecisioni del monte veneto, mentre Rovigo tenta di accorciare le distanze con il punto del 3-1 metto a referto al primo attacco con l’homerun di Nosti. I rodigini pareggiano i conti al secondo inning, mentre Ronchi mette nuovamente la freccia al successivo attacco con i due doppi di Berini e Furlan. Il pareggio 4-4 della Itas Mutua arriva al quinto inning grazie alla volata di sacrificio di Gonzalez, ma l’equilibrio dell’incontro è solo apparente perché la formazione ospite realizza altri 6 punti tra settimo e nono inning, raggiungendo quota 10 e prendendo il largo da Taschin e compagni, capaci solo di segnare il punto del 10-5 ma non di acciuffare il pareggio.

 

Nello stesso momento, allo stadio Gavagnin di Verona, andava in scena lo scontro tra Tecnovap Verona e Hotsand Macerata, vinto dai marchigiani per 18-4. Una partita mai in discussione, con Macerata che comanda dal prima all’ultima ripresa realizzando addirittura 14 segnature nei primi quattro attacchi. Il sussulto del Verona arriva al terzo inning, con 4 punti in una volta frutto delle valide di Exposito, Garcia, Donnels e Cipolla, ma non sono comunque sufficienti a ribaltare l’inerzia della partita, pienamente nelle mani degli ospiti. Macerata prosegue inarrestabile nelle successive riprese, arrotondando con altri 4 punti al sesto inning e portandosi sul 18-4, risultato che consente di chiudere il match per manifesta inferiorità al settimo. Impressionanti le prove nel box di Coello, Garcia, Lopez ed Exposito, vittoria invece per Ciarla sul monte della Hotsand.

 

La finale tra Ronchi e Macerata premia i marchigiani, che con il punteggio di 5-0 e nel segno del proprio lanciatore Lopez Guerra porta a casa il concentramento B centrando il passaggio del turno. Il partente mette la firma in maniera indelebile sull’incontro grazie ad una prestazione da 8.0 ip, 0 er e 13 so che non dà mai la possibilità alla formazione friulana di concretizzare le poche opportunità offensive costruite. Hotsand che in attacco segna subito un punto ad inizio partita con la valida di Garcia che spinge a casa Coello grazie ad un errore di assistenza della difesa di Ronchi. Mentre Lopez Guerra tiene a bada senza problemi il pericoloso line-up degli ospiti, Macerata raddoppia al quarto con il fuoricampo di Lopez Nunez e avvicinandosi sempre di più alla qualificazione, mentre al settimo attacco ecco il punto del 3-0 siglato dal doppio di Exposito, poi spinto a casa dal singolo di Coello. All’ottava ripresa i marchigiani mettono la pietra tombale sull’incontro con 2 ulteriori segnature: fondamentali le valide di Splendiani, Cipolla (triplo) ed Exposito, che spingono la partita sul definitivo 5-0.

 

Risultati della quarta fase di Coppa Italia:

 

Spirulina Becagli Grosseto – Hort@ Godo 6-5, 5-1; UnipolSai Bologna-Campidonico Torino 9-2, 4-2

Concentramento A: Cagliari Baseball–Farma Crocetta 2-8; Comcor-Champion Modena – Big-Mat Bsc Grosseto 3-8; Big-Mat Bsc Grosseto-Farma Crocetta 3-0

Concentramento B: Tecnovap Verona – Hotsand Macerata 4-18; Itas Mutua BSC Rovigo – New Black Panthers Ronchi dei Legionari 5-10; Hotsand Macerata-New Black Panthers Ronchi 5-0

 

Il programma della quinta fase di Coppa Italia

 

10-11 settembre (serie al meglio delle 3 partite): Spirulina Becagli Grosseto-Big Mat Grosseto; Unipolsai Bologna-Hotstand Macerata

17-18 settembre: Final Four (semifinali sabato 17 e finale domenica 18)

 

LA PAGINA DEDICATA ALLA COPPA ITALIA

ARTICOLO COMPLETO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.