Attività Giovanile e Programmazione

Nazionale Italiana Campione d’Europa cadette (foto Michele Gallerani)

 

Chi è stato alla Coach Convention di Treviso avrà notato l’assenza del consueto momento di confronto fra il CNT e i tecnici convenuti.

Eppure mai come quest’anno il confronto sarebbe stato opportuno per via delle modifiche sostanziali alle categorie Giovanili Baseball e le relative normative adottate. In particolare sarebbe stato interessante sentire il parere del Direttivo del CNT sulla modifica sostanziale apportata dal neoeletto Consiglio Federale alle distanze della categoria Under 15 definite dal precedente C.F. Sarebbe stato interessante soprattutto dopo l’intervento del relatore Messina sull’attività giovanile del calcio e la disquisizione del relatore Balla sull’opportunità’ dell’impiego, nella categoria Ragazzi, della palla di dimensioni ridotte. Relazioni impostate sulla necessità di evitare impatti negativi dei più giovani con la realtà del gioco impostando in modo congeniale ed accessibile la filiera del loro percorso di crescita tecnica negli anni.

Le distanze imposte dal nuovo Consiglio Federale per la categoria U15 Baseball portano invece i giocatori tredicenni uscenti dalla categoria U12 (ma anche agli atleti dell’ultimo anno dell’U12 che per regola possono giocare nell’U15) a misurarsi sulle distanze dell’U18, U21 e Seniores. Ma che nesso ha questa decisione con gli interventi di Messina e di Balla? I tecnici avrebbero voluto sentire il parere del Presidente Micheli e dai suoi colleghi del direttivo CNT sull’argomento, così come se il CNT fosse stato interpellato dal Consiglio Federale prima di deliberare in tal senso. Una loro risposta affermativa avrebbe lasciato certamente perplessi gran parte dei tecnici che lavorano nelle categorie interessate.

A proposito di U15 ci è giunta notizia che quest’anno il Mundial Hit non verrà disputato in Agosto come negli anni passati, bensì in Luglio e proprio nella settimana in cui si disputerà in Polonia la finale europea della Categoria 13-14 anni della Little League, finale che qualificherà alle World Series. Ci siamo chiesti: ma come si comporterà lo staff tecnico della Regione qualificata? Cederà i suoi migliori giocatori alla rappresentativa Nazionale che parteciperà al Mundial Hit? Oppure i tecnici della rappresentativa Nazionale rinunceranno ad alcuni dei loro giocatori più importanti a favore della finale della Little League?

Altro motivo per rimanere perplessi e che ci induce a sottoporre le due questioni all’attenzione ed alla considerazione dei nostri lettori.

Rispondi