“Cinquantesimo” rinviato

di Giuliano Masola. Dobbiamo arrenderci all’evidenza, per cui siamo costretti con grande dispiacere a rinviare il nostro Cinquantesimo: le disposizioni a livello nazionale e locale cui va aggiunto un ancor maggiore senso civico, ce lo impongono. Al momento non abbiamo ancora una data; sarà l’evolversi della situazione a suggerirlo. Un elemento imprescindibile è il calendario dei vari campionati. Considerandone la partenza il 17 aprile e tenendo conto dei recuperi (l’esperienza del 2019 lo insegna) credo che si andrà fino alla fine di giugno. Oltre a ciò, occorre rendersi conto che, superata l’attuale criticità, tutti vorranno in qualche modo evadere, andarsene in vacanza per dimenticare. In questo modo, si potrebbe andare ai primi di settembre. Si tratta di supposizioni, naturalmente. In un momento come questo, se si pensa al “bicchiere mezzo pieno” potremmo pensare a un record, o almeno una prima volta. Cento anni fa, al tempo della “spagnola” in Italia non c’era ancora un campionato di baseball o softball per cui i problema era automaticamente superato (all’epoca in Francia e Spagna era chiamata “febbre di Parma”, tanto per stare in compagnia). Fasciarci la testa non ci aiuta. Sempre nel segno della positività, possiamo il tempo maggiore disponibile per l’organizzazione per raccogliere altro materiale, soprattutto per ampliare i contatti, tira fuori nuove idee. Normalmente ai momenti di grande crisi succedono periodi ancor maggiore sviluppo e ciò ci deve aiutare a credere sempre in più nella bontà dei nostri sforzi. Resta l’obiettivo, una meta da raggiungere con la maggior forza d’animo possibile. Attraverso Tuttobaseball vi terremo informati, con l’augurio di vedere comunque il sorriso sulle vostre labbra.

ps. Ieri era la Festa della Donna, AUGURI! Anche se in ritardo.

Giuliano Masola, 9 marzo 2020.

Rispondi