Estense Baseball, avanti tutta!

Proseguono i lavori per la costruzione del diamante ferrarese, la squadra ha terminato la regular season LAB e all’orizzonte c’è la volontà di avviare il settore giovanile.
E’ terminata la regular season LAB 2018 per la squadra Estense, che chiude piazzandosi al penultimo posto del girone Adige, a pari merito dei Drunkballs di Badia Polesine. Ha affrontato un bel campionato, in constante crescita sia in termini di numeri di partecipanti, sia in termini di livello atletico delle squadre. Al primo anno di conduzione da parte della Federazione FIBS, la LAB dimostra ancora una volta di incarnare lo spirito amatoriale dello sport, dove conta giocare, divertirsi e perché no vincere. I Ferraresi hanno ben presente i primi due aspetti, purtroppo le vittorie non sono state molte, ma il gruppo ha dimostrato una costante crescita di livello. Da terrificanti 20-0 si è passati a partite tirate fino all’ultimo inning, perse con un solo punto di scarto. La sconfitta è comunque presente, è vero, ma con un morale diverso in squadra.

Il manager Francesco Tura è contento di tutti i giocatori, che hanno sempre dimostrato costante impegno e determinazione, a partire da Giovanni Novi che si conferma una garanzia in campo, insieme ai fratelli Fabrizio e Mario Gentili e al jolly Nicholas Bettoni (autore di 2 homerun in campionato). Anche i nuovi ingressi non sono stati da meno, come Alex Sivieri e Irene Gentili, che quasi da subito hanno iniziato a giocare titolari e infine Andrea Gentili che dall’anno scorso ha dimostrato grande crescita dal punto di vista tecnico.

Dopo la pausa estiva di Agosto, di tornerà in campo per i playoff. “Non puntiamo alla finale, ci sono squadre con un livello nettamente più alto del nostro, ma superare il primo girone sarebbe già un ottimo traguardo per noi” afferma Tura.

Se il campionato è in pausa, non è così per quanto riguarda i lavori al futuro campo da Baseball ferrarese. Dopo la rimozione degli alberi malati in primavera, e i primi disguidi con il vicinato che avevano portato ad una incomprensione riguardo i progetti per l’area assegnata alla UISP di Ferrara e all’Estense Baseball Ferrara, il terreno è stato arato e livellato.

“Mi spiace che non sia stato capito fin dall’inizio il nostro intento” spiega il presidente Marcello Zanardi “quando abbiamo visto l’area verde a fianco dell’impianto da calcio della UISP in stato di abbandono, ci è subito balzato in mente di tentare di sistemare l’area per ottenere il campo che manca a Ferrara, senza voler togliere niente a nessuno. Finora non abbiamo speso 1 euro pubblico, tutti i costi sono supportati dall’associazione, con l’aiuto degli sponsor e della raccolta fondi tra i soci. Sistemare un’area verde prima abitata da bisce, topi e zanzare, con l’erba incolta e pochi alberi malati, trasformandola in un campo da gioco, verde, vissuto dagli appassionati di baseball ci sembra una cosa bella anche per il quartiere. Ne abbiamo avuto conferma anche dalla soddisfazione espressa da alcuni vicini che hanno apprezzato il lavoro di bonifica e riqualificazione eseguito. Assicuriamo che non vi sarà un aumento del traffico o della confusione, perché già da 2 anni frequentiamo l’impianto di Arginone per partite e allenamenti e nessuno si è accorto della nostra presenza. Il nostro sarà il primo vero campo da Baseball di Ferrara, non l’ennesimo campo da calcio adattato, e per questo vogliamo che sia vissuto anche dai più giovani. Con il consiglio dell’associazione abbiamo deciso di attivarci già da Settembre prossimo per strutturarci con un settore giovanile, che dia poi continuità al nostro progetto del campo. Speriamo di farcela.”

Rispondi