Diverse sorprese e subito una certezza nella prima giornata della serie A di baseball

È iniziato nel fine settimana il campionato della serie A di baseball. Nel girone A arrivano subito le prime sorprese, con la doppia sconfitta dei Red Sox Paternò, campioni in carica, sul campo del Collecchio e il pareggio del Bollate, finalista lo scorso anno, contro il Sala Baganza. Nel gruppo B, invece, l’Imola, in semifinale nel 2016, è l’unica squadra a punteggio pieno, grazie a 2 convincenti vittorie sugli Athletics Bologna. Il maltempo invece colpisce il raggruppamento C, con la disputa di una sola delle 2 gare in programma tra il Città di Nettuno e il Viterbo.

Girone A

Collecchio – Red Sox Paternò 7-5, 10-2
La grande sorpresa di giornata arriva dall’Emilia, dove il Collecchio firma lo sweep ai danni dei campioni in carica dei Red Sox Paternò. Nella prima sfida, caratterizzata dalle ben 25 valide realizzate dalle 2 squadre, i padroni di casa riescono ad avere la meglio degli avversari solo all’ottavo inning, quando riescono a ribaltare lo svantaggio di 5-2 realizzando 4 punti. In gara 2, il Collecchio si porta subito in vantaggio per 3-0 dopo i primi 3 inning, resiste al tentativo di rimonta avversario e dilaga poi nelle riprese finali. Tra i protagonisti in attacco spicca tra tutti Mantovani, con 2 doppi.

Grizzlies Torino – Oltretorrente 12-0 (7°), 10-1
Grande inizio di campionato di serie A dei Grizzlies Torino che ottengono 2 comode vittorie contro l’Oltretorrente. Nella prima sfida i padroni di casa sfruttano sia lo scarso controllo dei lanciatori avversari (9 basi ball) che le disattenzioni della difesa (3 errori) e si impongono con una vittoria per manifesta. Nella secondo incontro, invece, l’Oltretorrente sblocca subito il risultato ma si fa raggiungere al cambio campo. Il singolo di Pascoli e il doppio da 2 punti di Barbero riportano avanti il Torino al terzo. I Grizzlies  amministrano poi  il vantaggio, allungando prepotentemente alla fine.

CUS Brescia – Senago 2-5, 9-6
Nel derby lombardo Brescia e Senago si suddividono la posta in palio con una vittoria per parte. In gara uno meglio gli ospiti, capaci di colpire ben 15 valide contro le 8 degli avversari, grazie anche all’ottimo contributo di Suardi (3 su 4) e Banfi (3 su 5). Nella seconda sfida, ricca di molti errori difensivi (7 in totale), il Brescia ottiene la rivincita, segnando ben 7 volte tra il secondo e il quarto inning. A nulla serve il tentativo di rimonta del Senago, che riesce solo a rendere meno amaro il passivo con 4 punti nell’ultimo attacco.

Sala Baganza – Bollate 4-5 (10°), 7-5
Il Bollate fatica sul campo del Sala Baganza ma riesce comunque a chiudere la prima giornata di campionato con una vittoria. La squadra allenata da David Sheldon si impone in gara uno con una vittoria al decimo inning sul doppio da 2 punti di Riva. Al cambio campo, nell’ultimo assalto, il Sala segna solo un punto sul singolo di Cuesta. Nell’azione, infatti, Piazza viene eliminato a casa base nel tentativo di pareggiare il risultato. Una buona prova di Cuesta sul monte di lancio (17 strike out realizzati ma anche 9 valide concesse in 9 riprese) trascina gli emiliani al riscatto nella seconda partita.

Classifica: Collecchio, Grizzlies Torino 1000 (2 vittorie – 0 sconfitte); CUS Brescia, Senago, Bollate, Sala Baganza .500 (1-1); Red Sox Paternò e Oltretorrente 0 (0-2)

Girone B

Modena – Ronchi dei Legionari 16-1 (7°), 2-4
La serie tra Modena e Ronchi dei Legionari termina con un successo per parte. Nel primo match, gli emiliani ipotecano il successo già nelle prime riprese, quando segnano 13 punti contro i lanciatori avversari, poco supportati dalla propria difesa (5 errori). Diverso, invece, l’andamento del secondo incontro con il Ronchi dei Legionari che, dopo essere andato sotto 2-1 al quarto inning, segna 3 volte al sesto e si aggiudica la contesa.

Fiorentina – Verona 2-4, 6-5
Il ritorno in serie A della Fiorentina si apre con un pareggio contro il Verona. Gli scaligeri partono subito forte in gara uno e segnano 3 volte al primo inning, grazie a 3 valide a 2 errori della difesa di casa. Gli ospiti si portano sul 4-0 nella parte alta dell’ottavo inning, ma al cambio campo la Fiorentina accorcia le distanze sul 4-2. La rimonta dei padroni di casa si ferma però sul più bello. Nel corso dell’ultimo disperato attacco, Pinto e compagni non concretizzano infatti una situazione di basi piene e un solo out, incassando la sconfitta. Il riscatto dei toscani arriva nella seconda sfida quando rimontano uno svantaggio di 5-4 con 2 punti al settimo inning.

Godo – Castenaso 8-7, 0-13 (7°)
Finisce con una vittoria per parte la serie tra il Godo e il Castenaso. In gara uno i romagnoli si impongono grazie al walk off single di Meriggi dopo la valida del pareggio colpita da Evangelsita. Nel secondo incontro, invece, gli emiliani superano senza problemi gli avversari, grazie anche al perfetto 5 su 5 in attacco di Ricciarelli e al primo fuoricampo stagionale di Peraza.

Imola – Bologna Athletics 11-5, 5-1
Dopo essersi fermata ad un passo dalla finale per il titolo nello scorso campionato, l’Imola vuole fare subito la voce grossa e ottiene 2 importanti contro gli Athletics Bologna. Nella prima sfida, dominata dagli attacchi (27 valide in totale), i padroni di casa ipotecano il risultato tra il secondo e il sesto inning, quando segnano ben 10 punti, grazie anche all’ottimo 3 su 3 nel box di Andrea D’Amico. La seconda partita è invece molto più combattuta, con l’Imola che va subito in vantaggio al secondo inning, ma viene raggiunta al quarto dagli avversari. I Redskins tornano avanti al sesto sfruttando uno dei 6 errori difensivi degli avversari e poi aumentano il distacco nelle ultime riprese di gioco.

Classifica: Imola 1000 (2 vittorie – 0 sconfitte); Modena, Ronchi dei Legionari, Fiorentina, Verona, Godo, Castenaso (1-1); Bologna Athletics 0 (0-2).

Girone C

Città di Nettuno – Viterbo 3-0 (6°), non disputata per maltempo)
Al Città di Nettuno bastano 3 punti al quarto inning per avere ragione del Viterbo nell’unica gara del fine settimana disputata sulla lunghezza delle 6 riprese a causa del maltempo.

non disputata Macerata – Potenza Picena (si gioca, su richiesta delle società, l’8 aprile)

riposano Jolly Roger Grosseto e Nettuno Elite

Classifica: Città di Nettuno 1000 (1 vittoria – 0 sconfitte); Macerata, Potenza Picena, Jolly Roger Grosseto, Nettuno Elite 0 (0-0); Viterbo 0 (0-1).

Rispondi