World Baseball Classic news: Italia, Israele, Corea del Sud, la prima volta di Altuve, i pro e i contro del torneo, le cartoline delle edizioni passate

Quando mancano oramai pochi giorni all’inizio del World Baseball Classic, arrivano le prime notizie di ’’sold out’’, ovvero di ‘’tutto esaurito’’ per le sfide valide per la prima fase. A Miami, infatti, sono già stati venduti tutti i biglietti per la gara tra i padroni di casa degli USA e la Repubblica Dominicana per una sfida che si preannuncia molto sentita. Proprio in merito a queste meravigliose atmosfere, il giornalista professionista Riccardo Schiroli ha pubblicato sul proprio sito internet le cartoline delle edizioni passate che ha avuto il modo di raccontare dal vivo nel 2006, 2009 e 2013. Una serie di letture che ci permettono di entrare ancora di più nel clima del Classic.  Qui di seguito, intanto, altre news relative al torneo…

  • Con l’inizio della manifestazione oramai alle porte, le nazionali hanno già incominciato a disputare diverse sfide amichevoli. Senza una buona parte della rosa, ancora impegnata nello Spring Training di Major League, l’Italia allenata da Marco Mazzieri è stata sconfitta per 5-4 dalla squadra coreana degli LG Twins Seul. Al termine di una sfida combattuta (link Facebook sulla pagina della FIBS, Federazione Italiana Baseball Softball), gli azzurri non sono stati in grado di contenere la rimonta degli avversari, capaci di ribaltare il punteggio di 4-3 nell’ultima ripresa di gioco
  • Anche un’altra squadra europea è scesa in campo per la disputa di un match amichevole. Si tratta di Israele che si è imposta per 5-2 sulla selezione della polizia della Corea del Sud a Seul. Come si può leggere nel report realizzato dal sito italiano Grandeslam.net, che collabora con la federazione israeliana per coprire la nazionale in occasione del torneo mondiale, la squadra del manager Weinstein si è affidata ai lanci del veterano Marquis e alle valide della coppia Ty Kelly e Zach Borenstein per superare gli avversari.
  • Rimanendo in territorio asiatico, nei giorni scorsi anche Corea del Sud, Giappone, Cuba e Australia hanno disputato diversi test amichevoli, cercando così di arrivare in forma per l’inizio del torneo. Le diverse nazionali si sono suddivise la posta in palio ma hanno comunque centrato l’obiettivo di ruotare le proprie rose, così come riportato da MLBItalia.eu.
  • Volando negli USA, invece, Jose Altuve, formidabile interno degli Houston Astros e del Venezuela, si è detto fiero di indossare per la prima volta in carriera la divisa della sua nazionale in un torneo come questo. ‘’Non so come sarà, ma sono davvero felice e non vedo loro di andare e giocare forte con la mia nazionale’’ ha dichiarato il giocatore al sito Mlb.com (testo in inglese)
  • In attesa dell’inizio del torneo, il sito BaltimoreSun.com (testo in inglese) ha analizzato come il World Baseball Classic rappresenti qualcosa di davvero interessante da un punto di vista tecnico e di diffusione nel mondo del nostro sport ma, nello stesso tempo, di come la sua organizzazione provochi ‘’un serio mal di testa’’ alle diverse squadre della Major League, impegnate in questi giorni con lo Spring Training. Tutte le formazioni, infatti, sono costrette a salutare molti dei propri migliori giocatori, convocati a prender parte al torneo, rendendo così più complessa la loro preparazione in vista della Regular Season.

Rispondi