Grazie, Gian Carlo

di Giuliano Masola. Da qualche mese Gian Carlo Rosetti non si occupa più dei calendari delle partite per la nostra area (Parma e provincia). Il Consiglio Regionale recentemente aveva deciso un affiancamento che non è stato gradito, anzi ritenuto come un invito ad andarsene, cosa che elegantemente Gian Carlo ha fatto. Una situazione imprevista, poiché, da un giorno all’altro, si è passati dal consenso unanime all’ostracismo. Certo, gli anni lasciano il segno, il carattere magari si indurisce un po’, le situazioni si evolvono (si cerca di fare il massimo dell’attività avendo pochi atleti a disposizione), per cui non c’è da meravigliarsi. Quanto accaduto non è un caso raro e, semplicemente, ci si potrebbe passare sopra. Ma non sono d’accordo, non sono proprio d’accordo sul lasciare che tutto resti nel silenzio, nel disinteresse. I cambiamenti sono necessari, ma occorre gestirli, soprattutto quando si ha a che fare con una realtà complessa, in una società che fa una estrema fatica a stare insieme, a tutti i livelli, come possiamo facilmente constatare. Purtroppo ciò è collegato al fatto che non esiste più un Comitato Provinciale da sei anni ‒ e non se ne vede un ripristino in futuro ‒ con una sede in cui i rappresentanti di società, e non solo, possano confrontarsi. Pertanto, possono bastare poche persone a decidere; i restanti sapranno a “babbo morto”, come si dice. Beh, essere messo alla porta dopo 44 anni di duro e costante servizio fa pensare. Da  un giorno all’altro nessuno ti telefona più, ti scrive più, magari manco ti saluta. Nel 1929, i Philadephia Phillies vinsero le World Series battendo i Chicago Cubs e Babe Ruth, l’11 agosto, realizzò il suo 500° fuoricampo. Poco tempo dopo, il 24 ottobre, l’inaspettato crollo di Wall Street mise in ginocchio l’America, coinvolgendo, a distanza di pochi mesi, l’Europa.

Leggi tutto “Grazie, Gian Carlo”

I convocati in azzurro per lo Spring Training di Phoenix

Si alza ufficialmente il sipario sulla Nazionale Italiana di baseball chiamata alla stagione più importante dell’ultimo decennio.

L’Italia di Gibo Gerali, con il mirino puntato sul Campionato Europeo (Bonn e Solingen, 6-15 settembre) e, soprattutto, sul Torneo di Qualificazione Olimpica (Bologna e Parma, 18-23 settembre), è in procinto di partire per Mesa, Arizona, dove la casa primaverile degli Oakland Athletics ha in più occasioni ospitato gli azzurri per lo Spring Training.

Si alza ufficialmente il sipario sulla Nazionale Italiana di baseball chiamata alla stagione più importante dell’ultimo decennio.

L’Italia di Gibo Gerali, con il mirino puntato sul Campionato Europeo (Bonn e Solingen, 6-15 settembre) e, soprattutto, sul Torneo di Qualificazione Olimpica (Bologna e Parma, 18-23 settembre), è in procinto di partire per Mesa, Arizona, dove la casa primaverile degli Oakland Athletics ha in più occasioni ospitato gli azzurri per lo Spring Training.

Leggi tutto “I convocati in azzurro per lo Spring Training di Phoenix”

A1 softball Taurus Old Parma

E’ stato diramato il calendario della serie A1 softball, massimo campionato nazionale. Quest’anno il torneo italiano più importante che scatterà il prossimo 30 marzo, ritorna all’antico con le dieci squadre inserite in un unico girone anziché in due. Oltre alla Taurus Old Parma e al Collecchio parteciperanno le campionesse d’Italia del Bussolengo, le vice campionesse del Bollate, Forlì, Caronno, Saronno, Pianorese, Thunders Castellana e la neo promossa Caserta. Nella prima delle diciotto giornate totali, equamente divise tra andata e ritorno, esordio casalingo per la Taurus che sfiderà il Bollate. Il derby è previsto alla sesta giornata a Collecchio il 27 aprile con ritorno alla dodicesima giornata all’”Aldo Notari” del centro “Quadrifoglio” a Parma l’8 giugno. La regular season terminerà il 10 agosto: le prime 4 squadre classificate accederanno ai play-off strutturati su semifinali e finali al meglio delle cinque partite. La vincitrice delle Italian Softball Series si qualifica alla “Women’s Premiere Cup 2020”. Nella regular season si giocheranno invece due partite alla settimana.  Il campionato si fermerà dal 22 giugno al 3 agosto in occasione del campionato europeo della Nazionale in programma a Ostrava in Repubblica Ceca dal 30 giugno al 6 luglio e anche la qualificazione olimpica che si svolgerà a Utrecht (Olanda) dal 23 al 28 luglio con le migliori 6 formazioni uscenti dall’europeo e dalle migliori 2 africane. Nella serie A1 softball, aboliti i play-out, retrocede in serie A2 la decima e ultima squadra classificata. A settembre si disputerà invece la Coppa Italia, divisa in prima e seconda fase, infine final four. La squadra vincente la Coppa Italia parteciperà alla “European Cup Winners Cup Women 2020″

Leggi tutto “A1 softball Taurus Old Parma”

C’è un posto per tutti… anche per il Baseball

di Giuliano Masola. Una delle più importanti decisioni prese dai Romani fu quella di ammettere tutte le religioni, a meno che non minassero le istituzioni, in particolare la figura dell’imperatore ‒ il Pantheon ne è la dimostrazione ‒; allo stesso modo vi fu il riconoscimento della cittadinanza a tutti i sudditi dell’Impero. Diversi secoli dopo, un altro Impero, però, non ne ha seguito le orme; il baseball, infatti, fra le due guerre mondiali, non ha potuto svilupparsi, nonostante buone premesse. Il compianto Roberto Buganè, cui va tutto la nostra riconoscenza per aver creato un Archivio Storico in ambito FIBS, è riuscito a raccogliere, anche per quel periodo, documenti significativi. Fra la fine degli anni Venti e l’inizio dei Trenta, il baseball venne insegnato dall’Opera Nazionale Balilla, sulla base di un Regolamento di tredici pagine. Nel 1932, Attilio Poncini, in Giuochi ginnastici e presportivi; metodologia e descrizione, dedicò ben ventiquattro pagine al batti&corri. Un regime che mira a un impero, deve mostrare la sua grandezza, anche nello sport, con la costruzione di stadi, palazzi e opere che lasciano il segno. Fra le tante statue che abbelliscono il Foro Italico e che in gran parte fanno da corona allo Stadio dei Marmi, vi è un’opera di Aroldo Bellini che rappresenta un giocatore di baseball. Per la precisione, si tratta di un ricevitore con il suo armamentario, che pare appoggiarsi a una mazza: un novello gladiatore, in linea coi desideri di romana potenza dell’epoca. Leggi tutto “C’è un posto per tutti… anche per il Baseball”