Spazio per tutti

di Giuliano Masola. “Che cosa guardi con tanta forza, papà?”
– “Sto cercando logica e buon senso terrestri, buon governo, pace e senso di responsabilità, sempre terrestri”.
– “Tutte queste cose sono là, sulla Terra?”
– “No, non ce le ho trovate. Non ci sono più. Forse non vi ritorneranno nemmeno più. Forse ci siamo illusi che vi siano state un tempo”.

Leggi tutto “Spazio per tutti”

Il vecchio e il bambino

di Giuliano Masola. Una famosa canzone di Francesco Guccini evidenzia lo stretto legame fra due età che si assomigliano e per questo vanno d’accordo; chi sta in mezzo ‒ i genitori ‒ rappresentano per entrambi una sorta di ostacolo. I nonni trasmettono memoria e danno sicurezza e, come si dice, hanno il compito di viziare i nipotini. Me ne rendo conto adesso che sono diventato nonno e ciò mi riporta al mio, molto rigido coi figli, ma molto disponibile con me e mio fratello.

Leggi tutto “Il vecchio e il bambino”

Cinque di Maggio

di Giuliano Masola. “Ei fu, siccome immobile…”: Ricordi di scuola, di una delle tante poesie imparate a memoria di “quel tal Sandro, autor d’un romanzetto / ove si tratta di promessi sposi” (giugno, tempo d’esami, è ormai alle porte). Vedo qualche volto perplesso dietro la mascherina; non mi stupisce: i segni della lunga reclusione cominciano a evidenziarsi anche in me, se mi avventuro nell’accostare Napoleone al baseball. Nella sua avventura egiziana, da cui uscì con le ossa rotte, l’Imperatore portò con sé tanti archeologi, ingegneri e abili disegnatori, dando inizio in pratica alla Egittologia: la decifrazione della pietra di Rosetta da parte di Champollion ne è stato il più grande risultato.

Leggi tutto “Cinque di Maggio”

Cinquanta? Non basta.

di Giuliano Masola. Ci prepariamo al 50° del Softball di Parma, facendo riferimenti in particolare alle due prime squadre, Astra e Victoria, ma cercando di guardare oltre. In questi giorni “ai domiciliari” è una cosa che aiuta a ben sperare, a vedere rosa. L’aria è di Primavera, anche se non è detto che qualche colpo di coda dell’Inverno ci potrà essere. Qualche settimana fa è stata lanciata l’idea di un giornata per ritrovarci e far festa. L’amore per il batti&corri al femminile, che sembrava sopito da tempo ‒ da troppo tempo ‒ sta così ritrovando le sue protagoniste, i suoi protagonisti. C’è voglia di incontraci, raccontare, chiacchierare, tornare a far progetti.

Leggi tutto “Cinquanta? Non basta.”