San Valentino

di Giuliano Masola. Duecento anni fa baseball e softball non era ancora ufficialmente nati. Nonostante ciò se ne faceva menzione. Nel romanzo “Northanger Abbey”, pubblicato nel 1818, la grande scrittrice americana Jane Austen, così descrive Caterina: “Non deve meravigliare che Caterina, a quattordici anni preferisse il cricket, il baseball, l’andarsene a cavallo per la campagna ai libri…” (a quell’età, salvo qualche eccezione, a star sui libri si fa fatica, specialmente nelle belle giornate). Nel 1860, quando il “vecchio gioco” cominciava a rappresentare una realtà, le signore più lungimiranti e accorte, sentivano la necessità di fare attività fisica, anche per mantenere e accrescere il loro charme; così il baseball trovò un suo spazio e si attrezzarono luoghi per poterlo praticare. I maschi (che ieri come spesso peccano di miopia) ritennero però che si trattasse di uno sport troppo rude e rischioso per le giovani e, da metà degli anni Settanta dell’Ottocento, del tutto inadatto. I libri che dettavano il galateo, in particolare quelli del professor Thomas E. Hill, consigliavano il croquet e le escursioni per la pesca, al posto del baseball. In ogni caso, la prima partita storicamente documentata di donne che giocano a baseball negli Stati Uniti si ha dalla lettera che Annie Glidden, studentessa del Vassar College (Poughkeepsie, New York, sorto nel 1861 e ancora oggi particolarmente attivo anche a livello internazionale) scrive alla sorella il 20 aprile 1866. “Stanno sorgendo molte società per attività all’aperto: floricultura, canottaggio e baseball. Mi piace particolarmente l’ultima e mi diverto tantissimo, te lo assicuro”. “The girls of summer”, da non confondere “Ragazze vincenti” (“The League of their own”), è un libro pubblicato nel 1876 da Gene Smith, che racconta proprio la storia di due squadre femminili del Vassar.

Però, mentre al tempo di Annie Glidden il baseball era considerato un gioco adatto alle donne, in quel momento non era più vero: il baseball, sotto la pressione dell’opinione pubblica, divenne solo maschile, per cui è rimasta solo la foto dell’ultima squadra del college (1876). Le donne non rinunciarono facilmente: intorno al 1890 le “Barnstorming Ladies” ebbero un notevole successo. Si trattava di squadre femminili, in cui potevano esserci da uno a tre maschi, che giocavano con squadre completamente maschili.

Leggi tutto “San Valentino”

Ci vediamo il 17

di Giuliano Masola. Ci sono delle occasioni che vale la pena di non perdere, soprattutto quando si ha l’opportunità di parlare, discutere, lanciare proposte, fra persone che mirano a un obiettivo: dimostrare la validità di una attività sportiva, di una proposta ludica che tutti possono cogliere. Come diceva Satchell Page: “Come fai a saper quanti anni hai, se non sai quando sei nato?”. Certo, è l’estremizzazione di un concetto, di un modo di essere, soprattutto del modo di esistere.

Leggi tutto “Ci vediamo il 17”

gruppo Oltretorrente – organigramma settore softball 2019

Il Consiglio Direttivo del gruppo Oltretorrente, ha deliberato nelle settimane scorse gli organigrammi tecnici e dirigenziali di tutte le squadre del settore softball del gruppo (targate Old Parma B.S.C.) per la prossima stagione 2019.

Stefano Cenci è confermato direttore sportivo del settore softball e da quest’ anno sarà anche il manager della squadra Under 15 targata Langhirano.

Leggi tutto “gruppo Oltretorrente – organigramma settore softball 2019”

Asia Pacific Cup: Italia Softball chiude al sesto posto

Nella partita di playoff per assegnare il quinto e sesto posto della Asia Pacific Cup, l’Italia cede di stretta misura (1-2) all’Australia al termine di 7 riprese molto combattute e decise proprio nel finale, chiudendo così al sesto posto della prestigiosa manifestazione giocata a Sydney.

Leggi tutto “Asia Pacific Cup: Italia Softball chiude al sesto posto”

Asia Pacific Cup: doppio ko per Italia Softball nella seconda giornata

FIBS. La seconda giornata della Asia Pacific Cup si chiude con due sconfitte per l’Italia al termine di due partite molto diverse: la prima contro Cina Taipei molto combattuta e decisa di misura solo al quarto extrainning (3-4), la seconda con la Cina persa senza riuscire ad andare a punto (0-4) e qualche errore di troppo in difesa (5).

Leggi tutto “Asia Pacific Cup: doppio ko per Italia Softball nella seconda giornata”