L’Italia supera la Germania in rimonta (4-3) nella terza uscita europea

L’Italia prosegue la marcia vincente agli Europei Elite in Spagna, superando in rimonta (4-3) la Germania nella prima partita della terza giornata. Un successo, quello delle ragazze di Federico Pizzolini, arrivato grazie a tre punti al 6°, dopo aver sofferto l’ottima difesa e la compattezza delle avversarie, che si sono portate sul 3-0 tra la seconda e la terza frazione e che hanno difeso il tesoretto con i denti e con le unghie fino al sesto, dopo aver provato a frenare l’attacco italiano con due cambi di lanciatrici. La pazienza e l’attenzione nei lanci ha permesso di conquistare alcune basi per ball, risultate alla fine decisive per la vittoria.

La partita tra Italia Germana si anima improvvisamente nella parte alta del secondo inning con due punti delle tedesche. Con un out, Weyel riceve quattro ball, ruba seconda e terza e a va segnare su un tiro fuori misura in prima sulla battuta di Delay, che poi corre a firmare il raddoppio sulla battuta velenosa a sinistra di Lester. Al terzo attacco la Germania va ancora a segno: Stuwe piazza la pallina a sinistra e va a casa sul doppio al centro di Brosch. Il manager Pizzolini e la pitching coach Nancy Evans a questo punto richiamano Laura Bigatton (5bv-1so) e fanno uscire dalla panchina Alice Nicolini (1bv concessa in 5 riprese), che sbroglia una situazione non facile (corridore in terza e un out) con due belle eliminazioni al piatto. Al 4°.dopo la presa al volo dell’esterna destra sulla bella battuta di Barbara, il manager tedesco Udo Dehmel sostituisce la lanciatrice partente Lagler con Jennifer Weil, che fa eliminare dalla seconda base Princic e Longhi.

Nella parte bassa del quinto inizia la riscossa dell’Italia: Edwards e Koutsoyanopulos vengono messe in base dalla Weil. Immediato il cambio nel cerchio con l’ingresso di Kyre Denny, la quale permette alla Edwards, in terza per una rubata, di segnare su un lancio pazzo; dopo aver concesso una base ad Amanda Fama, al debutto in questo Europeo, la nuova entrata riesce a tenere a freno le due atlete in zona punto, con due kappa e una battuta in diamante.

Al sesto l’Italia mette la freccia: Barbara (sostituita in base da Bartoli) e Cecchetti battono valido e avanzano in zona punto sul bunt di LonghiSarah Edwards spedisce la palla in mezzo al diamante di Viladecans per i punti del pareggio. La prima base va poi a firmare il 4-3 finale sul bunt di Marrone, sul quale commette un errore (il primo di una gran partita) la terza base Brockmeyer.

Il commento di Federico Pizzolini.

«Quando sei sotto nel punteggio – sottolinea il manager Federico Pizzolini – e in attacco centri i difensori, vai in affanno. Siamo stati però bravi a crederci fino alla fine, visto che ribaltare il risultato non era così scontato. La Germania, come la maggior parte delle avversarie, ha giocato alla morte e ha messo in mostra un buon organico. Nel finale, sotto pressione, non è riuscita a rimanere lucidissima. Decisivo comunque il rilievo di Alice Nicolini, che ha frenato le mazze avversarie. La nostra squadra, comunque, con il passare delle riprese ha preso le misure alle lanciatrici tedesche fino a conquistare la vittoria, arrivata dopo una gran bella gara».

IL TABELLINO DI ITALIA-GERMANIA

I RISULTATI DI MARTEDI’

IL PROGRAMMA DI MERCOLEDI’

LA PAGINA UFFICIALE DELLA WBSC EUROPE

LE NOTIZIE SULL’EUROPEO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.