Baseball Super 6: l’Italia cede 9-8 all’Olanda al supplementare

Fibs. Nella terza gara del Super 6 l’Italia esce sconfitta 9-8 al tie break da un Regno d’Olanda che ha saputo rimontare a suon di fuoricampo le fughe degli azzurri, anch’essi molto produttivi in attacco e capaci di portarsi subito in vantaggio nella prima parte della partita, rintuzzando il ritorno dei padroni fino al decimo, definitivo inning.

Per la gara contro l’Olanda, rientra Peppe Mazzanti, schierato in prima con Colabello designato, e Mineo torna ad accucciarsi dietro il piatto.

È tutto azzurro il prologo della partita-evento, con Marco Mazzieri invitato sul campo per ricevere dalla Confederation of European Baseball il premio Coach of the Year assegnatogli in occasione dell’ultimo congresso, prima di portarsi sul monte per il cerimoniale del primo lancio.

Se tutti attendevano Rob Cordemans sul monte per il match clou del Super 6, Evert-Jan ‘T Hoen opta invece per Lars Huijer, destro classe 1993, giunto fino al singolo A nell’organizzazione dei Mariners e asso della rotazione in casa Pioners, il quale inizia la gara toccato in netto anticipo da Drew Maggi e Nico Garbella, che finiscono però entrambi preda di due belle giocate, rispettivamente, di De Caster e Leonora; il terza base olandese attende che la palla sbucciata da Liddi lungo la linea di sinistra finisca in foul e questa invece si ferma quasi contro il sacchetto, in campo buono: un singolo che precede di un attimo lo swing di Chris Colabello, che, al primo lancio, spara la palla ben oltre la recinzione centrale. Ed è subito 0-2.

Ale Maestri, partente come da programma per Gerali, si libera in un pugno di lanci del primo attacco oranje, che ottiene solo l’arrivo in prima di Oduber per colpito.

La pressione azzurra continua nella seconda ripresa, quando, dopo lo strikeout di Vaglio, Mineo batte valido sulla seconda base e Zileri lo fa avanzare infilando a sua volta un singolo a destra; il colpito di Maggi riempie i sacchetti, preparando la tavola per il singolo a sinistra di Alex Liddi che vale altri 2 punti per il carniere azzurro.

In un lampo, anzi due, l’Olanda dimezza lo svantaggio con i primi due uomini del secondo attacco, entrambi provenienti dal doppio A d’oltreoceano: Rifaela, che batte un doppio sul foul di destra, e Loopstok, che picchia un fuoricampo contro il tabellone segnapunti; Maestri lascia poi al piatto De Caster e Lampe in 6 lanci, con Leonora preda del guanto di Maggi.

Garcia è salvo in prima nel terzo grazie all’errore di Leonora, ma è poi colto rubando dalla perfetta assistenza di Loopstok durante il turno di Vaglio, che ottiene 4 ball; Mineo batte ancora valido e la formazione di casa corre ai ripari mandando sul monte Mike Bolsenbroek, che mette subito a segno 2 strikeout ai danni di Zileri e Maggi.

È un altro fuoricampo, di Curt Smith, con Oduber in base per singolo, a riportare in perfetta parità la gara, sul 4-4.

Garbella apre il quarto con attento turno nel box che gli vale il passaggio gratuito, seguito dal pop apparentemente facile di Liddi, che però atterra sfuggendo alla presa del guanto di

Kemp. Colabello batte su De Caster, che elimina Garbella in terza, quindi Peppe Mazzanti centra un doppio lungo la linea di sinistra che fa segnare Liddi e spinge Colabello in terza, da dove segna comodamente il 4-6 per gli azzurri con la volata di sacrificio di Garcia.

Anche gli orange mettono il primo battitore in base, Loopstok con un singolo, ma la cerniera Vaglio-Maggi ottiene il doppio gioco dalla battuta di De Caster, esorcizzando il pericolo, quindi Maestri mette fine alla ripresa con il secondo strikeout di Lampe, ed è ancora un doppio gioco, questa volta tutto di capitan Alessandro Vaglio, che mette fine al quinto attacco dell’Olanda, raccogliendo la battuta di Oduber, toccando Kemp, in base con un singolo, nella sua corsa verso la seconda, e assistendo a Colabello.

Inizia il sesto e c’è Tom Stuifbergen sul monte dei beniamini di casa, il quale subisce un doppio dalla calibrata battuta di Garbella, ma Liddi tocca in diamante e il rilievo arancione lascia al piatto in sequenza Colabello e Mazzanti.

Il solo homer di Kalian Sams riporta nel settimo l’Olanda a una sola lunghezza, sul 5-6 e nella parte bassa della ripresa entra il ‘riminese’ Kevin Kelly il quale ottiene 3 veloci out, con 2 K, tanto nel settimo, quanto nell’ottavo.

Maestri (7 valide concesse, 5 punti, nessuna base e 6 K) chiude la sua prestazione con un settimo da 3 su, 3 giù, prima di lasciare il posto a Filippo Crepaldi, che beneficia subito di una spettacolare presa di Garbella nell’angolo sinistro del campo ai danni di Kemp, e si libera poi velocemente di Oduber, strikeout, e Smith, al volo da Vaglio.

Su Van Mil, appena entrato al nono, Liddi batte un triplo che si ferma al palo di foul di destra; manca l’occasione Colabello, che tocca sul terza base Van der Meer, entrato per De Caster al quinto, ma non Mazzanti, che con un singolo a sinistra porta a casa il compagno per il vantaggio 5-7.

Non basta per decretare il finale, perché prima Sams (2 su 4 con 2 homer), poi Loopstok (3 su 4 con 2 homer), picchiano i fuoricampo che impattano la gara 7-7 e, dopo l’ingresso di Alex Bassani, che con 2 K chiude la ripresa, mandano le squadre al tie-break.

L’Italia attacca con Koutsoyanopulos (entrato per Garcia) in seconda, Vaglio in prima e Mineo nel box; il ricevitore alza un pop sulla testa di Kemp, spostato in terza base, quindi Zileri trova il singolo, solo fermato dal prima base Smith, che riempie i sacchetti, quindi Drew Maggi trova la valida a sinistra del vantaggio azzurro 7-8; non c’è seguito, perché Garbella alza il primo lancio nella zona di casa base, facile preda di Loopstok, e dalla mazza spezzata di Liddi esce una linea per il guanto del nuovo seconda base arancione Moesquit.

Con Lampe in prima e Moesquit in seconda, Leonora fa avanzare i compagni con un perfetto bunt di sacrificio, quindi Kemp batte valido e Moesquit impatta 8-8. La fine della partita la decreta Oduber che, con un classico pop in terra di nessuno, fa segnare a Lampe la vittoria 9-8 del Regno d’Olanda nel tripudio del pubblico oranje.

Il quarto giorno di gare propone la Repubblica Ceca, alle 15:00.

 

VIDEOINTERVISTA A GILBERTO GERALI DOPO LA PARTITA

 

IL TABELLINO

PHOTOGALLERY

 

 

 

 

 

 

FEDERAZIONE ITALIANA BASEBALL-SOFTBALL

Viale Tiziano, 74  00196 – ROMA

Tel. +39 0632297223

Fax +39 0636858201

www.fibs.it

Rispondi