Baseball: le parole del CT Gilberto Gerali a conclusione dell’Italia Spring Training di Messina

Gilberto Gerali ha appena concluso due settimane molto impegnative con la sua Nazionale sul campo di Messina per il primo Italia Spring Training.
Gli chiediamo un’analisi della squadra settore per settore.

“Vorrei partire dalla logistica, che è stata ottimale, supportata dalla gente del CUS che ci ha messo a disposizione un ottimo impianto e una collaborazione totale. Purtroppo ci è mancato in alcune occasioni il sole, ma abbiamo potuto sopperire con attività indoor in strutture di primo livello. Un’ottima organizzazione che, sono certo, raggiungerà la perfezione alla prossima occasione, sistemando alcuni piccoli dettagli di cui abbiamo discusso insieme, nell’ottica di una partnership nella quale la Federazione crede molto.
Venendo alla parte tecnica, sono estremamente soddisfatto per l’impegno messo da tutti e per come hanno inteso queste due settimane di preparazione. Era logico aspettarsi che l’attacco sarebbe stato più indietro rispetto a difesa e monte. Così è stato, ma a dire la verità non mi aspettavo che fossimo così indietro: nell’arco di due settimane mi aspettavo che le mazze si svegliassero un po’, invece abbiamo fatto davvero molta fatica.
La difesa è andata bene, così come i lanciatori, che abbiamo ovviamente tutelato per non sottoporli a carichi eccessivi a questo punto della stagione.
In generale sono quindi soddisfatto, con il dettaglio che mi aspettavo di più nel box.”

I ragazzi di Germania e Repubblica ceca sono sembrati più tonici, è dovuto al fatto che non hanno magari mai interrotto il lavoro durante l’inverno? “Non ho mai visitato le strutture di cui dispongono, ma effettivamente, soprattutto la Germania, ho sentito si sia dotata di un impianto che permette un lavoro di qualità. Quello che è certo è che queste due settimane hanno evidenziato come entrambe queste nazionali abbiano ormai raggiunto livelli importanti, raggiunto noi e l’Olanda. Cosa che dovremo tenere presente in tutti gli impegni futuri.”

I prossimi impegni ufficiali che attendono la squadra sono l’Haarlem Week a luglio e il Super Six a settembre: è questa l’ossatura della squadra che vedremo in campo? “Penso di sì, a meno che il campionato non faccia salire alla ribalta ragazzi che facciano vedere progressi eclatanti. L’ossatura è comunque questa, che penso sia l’espressione del meglio che la massima serie propone. Ad oggi non credo che abbiamo trascurato giocatori più avanti di questi, ma spero che il prossimo campionato mi metta in difficoltà nelle scelte, ma, soprattutto per l’Haarlem Week, penso che la squadra sarà fondamentalmente questa. Per il Super Six ho già avuto disponibilità anche da altri giocatori che al momento hanno o stanno lavorando per ottenere un contratto oltre oceano, se saranno liberi da impegni con le loro organizzazioni. Sono tutti ragazzi che tengono tantissimo alla maglia azzurra e confido che possano unirsi alla squadra a settembre.
In più, andremo a giugno al Torneo di Praga a giugno con la Juniores cui si aggiungeranno alcuni U23.”

 

 

 

FEDERAZIONE ITALIANA BASEBALL-SOFTBALL

Viale Tiziano, 74  00196 – ROMA

Tel. +390632297201 – +390632297219

Fax +390601902684

www.fibs.it

 

Rispondi