Luis Robert approda ai White Sox di Chicago

Luis Robert, il nuovo fenomeno cubano, ha firmato per i White Sox di Chicago per un bonus di 26 milioni di dollari.
“Il miglior modo di spendere i nostri soldi” ha detto il General Manager dei White Sox Rick Hahn nel corso della conferenza stampa di presentazione “Siamo di fronte a un atleta che ha il potenziale per diventare un giocatore five tool” ovvero sopra la media come abilità e potenza in battuta, abilità in difesa, tiro e velocità “Che avrà la possibilità di completare la sua crescita nel nostro Farm System“.
Robert giocherà inizialmente in Rookie League per poi trasferirsi in Singolo A a Kannapolis.

Stando a quanto riportato dalla stampa di Chicago, i St Louis Cardinals sarebbero stati pronti a offrire più soldi. Ma il modo di condurre la trattativa dei White Sox è stato decisivo. Si è parlato anche di un video nel corso del quale il manager Rick Renteria (statunitense di origine messicana; fu il manager del Messico al World Baseball Classic 2013) e i giocatori Josè Abreu e Yoan Moncada (entrambi cubani) hanno chiesto a Robert di accettare l’offerta di Chicago. Il giocatore, parlando attraverso un interprete, ha detto nel corso della conferenza stampa di presentazione: “Mi ha molto impressionato il fatto che il manager mi abbia chiesto di venire a Chicago per aiutarlo a vincere. Mi piace giocare e vincere” ha aggiunto “Sono competitivo. Devo focalizzarmi sul gioco, questa è la grande sfida”
Robert è apparso leggermente confuso, ma non intimidito: “Sono contento di essere qui, orgoglioso di far parte dell’organizzazione dei White Sox. Il sacrificio di lasciare Cuba valeva la pena”
Dai White Sox sono passati parecchi cubani, a cominciare dal celeberrimo Minnie Minoso negli anni ’50 del secolo scorso e per proseguire con Josè Contreras, Alexei Ramirez e naturalmente il già citato Josè Abreu, già arrivato a quota 100 fuoricampo: “La tradizione dei successi dei cubani con questa maglia mi ha certamente motivato. Spero che io e Moncada” arrivato da Boston nell’affare Sale, gioca ora in Triplo A “Saremo i prossimi a ottenere successo”.
Una volta entrato nello spogliatoio dei White Sox, Robert si è fermato all’armadietto di José Abreu: “L’ho sempre visto come esempio da seguire” ha commentato.

Rick Renteria è l’unico manager di origine latina nella MLB e uno dei 2 in assoluto, l’altro è Johnny Evers (1881-1947), ad aver allenato a Chicago sia Cubs che White Sox

Inevitabile, per Robert è arrivata la domanda su come spenderà tutti i soldi che guadagna e se teme persone che gli si possano avvicinare per interesse: “Ho già amici, i soldi non mi serviranno a trovarne altri. Comunque so come si gestiscono le persone. I primi investimenti con questi soldi? Saranno una casa per la famiglia, una per mio zio, e una per me”

Luis Robert è nato nel 1997 e ha esordito a soli 16 anni nella Serie Nacional di Cuba con Ciego de Avila. Ha chiuso la stagione 2016 con una media battuta di .401, 40 punti battuti a casa e 12 fuoricampo in 232 turni. Il suo OPS è pari a un formidabile 1.213. Ha ottenuto più basi ball (38) che strike out subiti (30).
A Cuba ha giocato prima base e in tutte e 3 le posizioni del campo esterno, ma i White Sox vogliono fare di lui un esterno centro.

Rispondi