Nella serie A di baseball si è giocata la prima giornata di ritorno

Nel campionato di serie A di baseball si è giocata la prima giornata di ritorno. Nel girone A, lo scontro diretto tra Collecchio e Red Sox Paternò ha visto i siciliani imporsi in ambedue gli incontri, mentre nel gruppo B, l’Imola ha pareggiato contro gli Athletics Bologna ed è stato raggiunto in vetta dal Castenaso. In quello C, invece,  il Viterbo ha rallentato la corsa del Città del Nettuno, pareggiando la serie. Leggi tutto “Nella serie A di baseball si è giocata la prima giornata di ritorno”

In New Jersey la partita perfetta delle partite perfette

Mia Faieta, lanciatrice della Cedar Grove High School nel New Jersey (USA) ha lanciato la partita perfetta delle partite perfette. Nella gara di semifinale del gruppo uno del torneo del North Jersey  della New Jersey State Interschilastic Athletic Association (NJSIAA) contro North Warren ha affrontato 21 battitori senza concedere nulla e li ha eliminati tutti al piatto: 18 con terzo strike girato, 3 con terzo strike chiamato dall’arbitro. La Cedar Grove ha vinto 4-0.
La squadra è reduce da una brillante stagione (197) nella Super Essex Conference American.
Leggi tutto “In New Jersey la partita perfetta delle partite perfette”

Nella IBL, San Marino raggiunge Bologna in vetta alla classifica

C’è una novità in vetta alla IBL (Italian Baseball League). La T&A San Marino, vittoriosa in ambedue le sfide disputate contro il Tommasin Padova, ha infatti raggiunto in testa alla classifica la Fortitudo UnipolSai Bologna, fermata sul pari dal Rimini al termine di una serie molto combattuta ed equilibrata, come testimoniato dai punteggi ”calcistici” di 2-1, ottenuti in ambedue gli incontri. Leggi tutto “Nella IBL, San Marino raggiunge Bologna in vetta alla classifica”

Spy story

di Giuliano Masola. Una delle preoccupazioni dei coach è quella di spiare gli avversari per rubare i segnali e viceversa. Intelligence, nel mondo anglosassone, significa raccogliere informazioni, fare dello spionaggio. Il nostro non è il mondo di James Bond, ma anche in questo l’azione di intelligence è continua. Moe (Morris) Berg, da una famiglia ebraica di Harlem – nato a New York , 2 marzo 1902 da una e deceduto a Belleville il 29 maggio 1972 – è la più nota spia che il baseball abbia fornito ai servizi segreti americani. Figlio di un farmacista, estremamente intelligente e poliglotta (conosceva diverse lingue oltre il greco, il latino e il sanscrito), amava moltissimo il baseball, tanto da fargli dichiarare che avrebbe preferito essere un giocatore anziché un giudice della corte suprema. Leggi tutto “Spy story”